Vacanze on the road

Ciao Sara,
scusa se ti rompo ancora le scatole, ma mi prendo per tempo! :) Ti spiego: parteciperò ad un viaggio di una settimana a metà marzo, un giro nel sud della Spagna. Si tratta del classico tour, ci muoveremo tra una città e l’altra in pullman, si camminerà tanto di giorno e ci sarà qualche uscita serale, ma tranquilla.
Avrò il solo bagaglio a mano, tu cosa porteresti (sono una clessidra poco formosa, se può servire).
Grazie mille, guardo ogni giorno il tuo blog per vedere cosa c’è di nuovo 😉
Erica

Mutande, calze, ciabatte e spazzolino. Ecco quali sono le quattro cose che io dimentico sempre quando si tratta d preparare la valigia. di mutande e calze ne porto sempre troppo poche, lo spazzolino lo lascio a casa e le ciabatte penso sempre che non ne avrò bisogno. Cerca di non sottovalutare nulla di tutto questo per una vacanza come la tua! Quanto ai vestiti, certo non farà ancora caldo ma nemmeno freddo, la confusione atmosferica regnerà sovrana, quindi il rischio di portarsi dietro l’armadio c’è…  ma vestirsi a cipolla non significa vedere se possiamo indossare tutta la nostra collezione estate inverno contemporaneamente, ma scegliere con cura oculata i capi giusti invernali e primaverili.

Partirei dal capospalla: un cappottino dal tono neutro (magari non nero, se ne hai la possibilità) o un parka che ripari dal vento senza essere imbottito. Ovviamente porta anche una pashmina, se la sera la temperatura si abbassa. Come scarpe, direi un paio di sneakers in tela per le scarpinate in città; a me piacciono molto in nero o blu scuro, mentre il bianco è meglio lasciarlo all’estate.

Io non sono una grande fan dell’overdressing, trovo molto brutto vedere persone che per visitare una città si addobbano che neanche Marta Marzotto a Capri, quindi a meno che tu non abbia in programma cene o uscite particolari lascia pure a casa abiti e gonne svasate, troppo bon ton per il tuo tipo di vacanza. Ovvio, fra Marta Marzotto a Capri e Fantozzi all’idroscalo c’è sempre una ragionevole via di mezzo. Per una vacanza easy come la tua, meglio puntate su jeans o jeggins, abbinati a sneakers rasoterra e maglie basic (il colore è meglio sceglierlo neutro per ogni capo, in modo tale da poter intercambiare i capi e abbinarli tra loro senza alcun problema). Dopotutto sei una clessidra poco formosa, il tuo fisico non ne risentorà irreparabilmente; e se dovessi scegliere tra passare la giornata a tirarsi giù la gonna mentre si pranza in un parco, si corre su e giù dalla metro, si prende l’autobus, e infilarmi un paio di jeggins anche se sono una clessidra… bè…!

Su tutto l’outfit lascia cadere una sciarpa ampia e colorata, a contrasto, che darà un’impronta a tutto l’outfit, fino ad ora molto basic e impersonale. Occhiali da sole,cappottino o parka aperto, shopper in pelle o similpelle a spalla (di un colore neutro come beige o nero o cuoio) et voilà… Ecco due esempi opposti a partire dalle stesse indicazioni:

10000196_10152356851742425_902541211_n

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS