Ma una taglia plus come si deve vestire?

Ma le ragazze plus size devono indossare abiti diversi dalle ragazze cosiddette “regular size”? Questa è una domanda che spesso mi pongono clienti e lettrici e anche se la mia risposta è sempre la stessa, molto spesso non mi si crede. Sarà che abbiamo una serie di preconcetti, sarà che si vediamo sempre brutte quando ci guardiamo allo specchio (tutte, eh, io compresa, che la mattina saluto le mie occhiaie manco fossero inquiline in subaffitto nel mio appartamento); sarà anche, e credo che questa sia un po’ la risposta più verosimile, che alle ragazze plus size nei negozi fanno indossare tende a fiori, camiciotti informi, jeans ampi e robe con l’elastico in fondo, che stan male anche a Kate Moss e sono brutte. E basta produrre cose brutte per le ragazze plus – così come basta produrre scarpe brutte per chi deve mettere il plantare: già avere il piede piatto è una menata, se in più ci aggiungiamo la scarpa ortopedica nera con gli strasse stile Paco Rabanne mi metto in clausura da sola che sto meglio.

Come deve vestirsi una ragazza plus size? Come una ragazza regular, né più né meno. Bastano gli stessi abiti, ma in taglie diverse. Non è che se una è una clessidra taglia 38 starà meglio con un abito svasato di una clessidra taglia 50. Oggettivamente, se manteniamo le proporzioni, conosciamo le nostre forme e soprattutto troviamo abiti in taglie plus possiamo vestirci come vogliamo. Sì, come vogliamo. Punto. Chi ha detto che uno stile minimalista sta bene solo alle taglie zero? Che i tagli maschili donano solo alle modelle? Che il casual chic è bellissimo ma solo per le ragazze slanciate e rettangolo? Possiamo veramente adottare lo stile che vogliamo, semplicemente rispettando la nostra forma e le proporzioni.

Per toccare con mano la questione,  guardate le fotografie di Katie Sturino; il suo blog, the12ishstyle, raccoglie una serie di immagini in cui il look alla moda di una modella o fashion blogger  è riadattato per una donna plus; l’hashtag con cui trovare in Instagram e Pinterest questa trasformazione è #supersizethelook, e già lo adoro.

Il primo look che ho scelto di mostrarvi è un abbinamento casual chic, che molte di voi amano; è bastato sostituire il blazer maschile con uno morbido, il fare jeans con uno skinny tagliato sopra la caviglia (che slancia la gamba) e scegliere una t-shirt leggermente più scollata. Colori e modelli sono mantenuti, così da creare un perfetto look casual.

Schermata 2018-08-07 alle 12.51.45

 

In questo secondo caso l’abito è stato scelto più scollato e con un peplum in vita per creare movimento nella parte sotto il seno, in modo da clessidrizzare.
Schermata 2018-08-07 alle 12.55.34

 

La maglia off the shoulder è uno dei capi che più amo, minimizza le spalle e nasconde la parte alta delle braccia (la forma delle mie braccia è implacabile perchè si allarga nella parte alta quindi sembra che io abbia un sacco di grasso anche se non è così: vabè me ne faccio una ragione). In questo caso la ragazza punta sulle sue gambe che sono dritte e slanciate; i jeans non sono inguinali, ovviamente, e ipotizzo siano anche parecchio più comodi della prima foto…

Schermata 2018-08-07 alle 12.58.38

 

Jeans su jeans e cappotto cammello, l’abbinamento chiave di qualche stagione fa: non ha dovuto cambiare nulla, neanche il modello del cappotto!

Schermata 2018-08-07 alle 13.03.24

Quindi, in sostanza, se vi piace una blogger o lo stile di un’attrice particolare, non fatevi mille paturnie perchè non portate la sua taglia! Con qualche accorgimento un capo vi starà benissimo e riuscirete a ricreare quello stesso mood.
Ho scelto solo quattro fotografie, ma ce ne sono tantissime sul suo profilo IG. Seguitela, e se avete voglia seguite anche la sottoscritta! Mi trovate come sara apfel (son quella con l’anguria!).
E voi, che ne pensate?  Sareste in grado di “supersize the look”?!

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS