Spose low-cost: abiti e accessori

Ciao Sara, sono una fan di vecchia data tua e di Anna Venere (anche se non interagisco molto vi seguo davvero da sempre!). E’ la prima volta che ti scrivo, spero tu possa aiutarmi e non mi dica che sono un caso disperato perché… già lo so! Ti spiego, l’anno prossimo a giugno mi sposo! Purtroppo io e Andrea, il mio ragazzo, non abbiamo moltissimi soldi e vorremmo fare una cerimonia contenuta, elegante e divertente ma appunto spendendo poco e localizzando i soldi solo dove davvero servono. Abbiamo già in mente di fare un po’ di tagli (fotografo, fiori, bomboniere) e tra questi ahimè anche l’abito da sposa e da sposo. Per lui forse non sarà ardua, ma per me sì: non sono una di quelle che vuole l’abito da Cenerentola, anzi, ma il mio timore è che anche l’abito più “sfigato” costi comunque un po’ e non mi soddisfi (non voglio sembrare una suora). Così ho pensato di ammortizzare la spesa comprando qualcosa che magari può poi essere riusato, non da sposa, ma che possa anche fungere da abito da sposa. A questo punto puoi dirmi: ok, sei un caso perso! Ma spero potrai darmi delle belle idee, la speranza è l’ultima a morire no?! Ti rinnovo i miei complimenti per il blog che trovo bellissimo e per il tuo utilissimo lavoro,
Nadia

Chi mi segue lo sa: io amo i matrimoni; degli altri, La sola idea di doverne organizzare uno mio mi fa salire l’orticaria. Sarà che vado pazza per le feste ma sono pigra per natura e disorganizzata a livello quasi cronico: persino il mio compleanno lo organizzava la mia adorata compagna di banco, Marta (non scherzo, ai miei 18 anni ha pure prenotato il ristorante altrimenti i miei invitati – di cui lei aveva fatto la lista – avrebbero mangiato in Piazza Duomo una pizzetta presa al “Dolce e Salato”. So cosa state pensando: Marta santa subito. Concordo). E’ una bipolarità che secondo me uno psichiatra valuterebbe volentieri con quesiti tipo: perché al tuo compleanno manco gli inviti mandi e conti quasi sempre sul passaparola, ma per le feste degli altri passi da “oddio devo decidere cosa mettermi 20 mesi prima” a “se è una festa in maschera avrò un livello di accuratezza da cosplayer”?. Sono i misteri della vita.

Diciamo che l’altro grande freno è per me il fattore economico. Come Nadia anche io sinceramente odierei spendere 1000 euro per un abito che indosserò un giorno solo: mica sono Caterina la Grande. Inoltre conoscendomi entrerei in negozio e sceglierei il modello più caro della East Coast come le ragazze di “Say Yes to the Dress“, che poi devono elemosinare per il velo da sposa.
L’idea di prendere un vestito che poi posso riutilizzare però mi ha sempre tentato. In un mercatino vintage ho trovato un abitino da cocktail che era però un abito da sposa inglese degli anni ’60 e l’ho agguantato; se mai dovessi convincermi a sposarmi, posso sempre usarlo per una cena. Per soli 50 euro, poi.
Se anche voi volete avere lo stesso sfacciato vantaggio, cercate nei negozi abiti bianchi (o avorio, cipria, champagne, e tutte le altre infinite sfumature nuziali) e che abbiano preferibilmente dettagli in pizzo (anche il sangallo va benissimo), adatto alla vostra forma del corpo; potrete poi impreziosirlo con “dettagli sposalizi” che poi potrete togliere una volta finito il matrimonio: un velo (anche corto), sandali che Carlà definirebbe gioiello, una spilla d’argento e brillanti, una tiara da Barbie magia delle feste (per le più temerarie). Potete sceglierlo corto, lungo (sarà in futuro un perfetto abito estivo soprattutto se avrà una linea boho chic) oppure osare il pantalone. Ecco una carrellata di abiti che non sono da sposa ma potrebbero tranquillamente diventarlo.

 

Oppure potete trovare abiti da sposa davvero a un prezzo invidiabile; ormai molti brand low-cost hanno una linea sposa, ne trovate un esempio qui. Hanno un vantaggio, oltre al prezzo: possono essere sdrammatizzati e usati anche fuori dalla chiesa o dal municipio! Esistono in corto e in lungo e spesso abbinano agli abiti accessori, gioielli e scarpe nuziali.

 

Qualcuna di voi è stata una sposa low cost? Che abito avete scelto?

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS