Adottare uno stile… country chic

Ciao Sara, ti scrivo per avere qualche ragguaglio su uno stile che mi pare poco trattato dalle blogger, talmente poco che non so neanche come si chiami. :-) L’unico nome che mi viene in mente per definirlo è British country. Mi riferisco a quell’abbigliamento fatto soprattutto (perlomeno nella stagione invernale), di velluto a coste, lana, tweed, tartan, cuoio. Da quando ho scoperto di essere autunno assoluto ho notato che i colori di questo stile mi si adattano particolarmente, e poiché è un stile in cui mi ci ritrovo cercavo dei consigli per poterlo realizzare (sia nella versione invernale che in quella estiva), magari anche con suggerimenti circa calze, scarpe e cappelli.
Grazie mille in anticipo e tanti complimenti per il tuo blog, che seguo sempre con grande interesse
Emanuela

Ammettiamolo: siamo tutte stregate dall’autunno. Io no perché fa freddo. Ma la moda autunnale, i colori autunnali, la luce color ambra, le foglie che si fanno trascinare dal vento, le sciarpe calde, le passeggiate col cane, le giornate che si fanno sempre più frizzanti e fresche… ha tutto un fascino indiscutibile che appunto io non discuto. Quelle fotografie pinterest di ragazze trasognate davanti al caminetto con una tazza di tè che guardando dalla finestra una distesa di alberi rossi e gialli sanno come colpire nel segno. Punto. Una delle ragioni per cui amiamo così tanto l’autunno sono i film che ci mostrano amori nati a Central Park mentre la squinzia di turno, avvolta in grossi maglioni morbidi e caldi, con gli occhiali e il basco e un libro di poesie di Neruda si imbatte in un baldo giovane medico in carriera che indossa sciarpe in tartan e la invita a un brunch. Sbam. Innamorate cotte e piangenti perché sotto sotto vorremmo sia l’uomo che ama i brunch sia il maglione in cachemire della squinzia. Perché diciamocelo: quello che amiamo dell’autunno sono gli abiti capaci di darci quell’aria da ragazza sofisticata del Vermon seduta sotto le querce alle cinque di uno splendido pomeriggio ottobrino.

Non c’è nulla di male; il mio grande sogno da nababba [ma se fossi davvero onesta dovrei dire “uno dei miei grandi sogni”] è di vivere nella casetta sulla spiaggia di Emily Thorne a.k.a. Amanda Clarke e passare le mie giornate a scrivere romanzi gialli mentre sorseggio quantità industriali di tè e vino rosso davanti a un fuoco scoppiettante. Questo è il mio sogno americano. E chiaramente come ogni Emily / Amanda che si rispetti passerei la mia esistenza anche a meditare sordide e complicate vendette con il mio migliore amico gay, ma questa è un’altra storia e non c’entra con i vestiti.
Sulla villa negli Hemptons proprio non posso intervenire, purtroppo; ma per quanto riguarda gli abiti, quello sì. Vi piace quello stile un po’ british, un po’ Vermont, un po’ autunno-forever? Replicarlo non è difficile, basta avere nell’armadio alcuni capi chiave, che adesso vedremo.

Una sciarpona tartan: e il tartan è meglio che sia in colori caldi e la sciarpa che possa contenere mezza popolazione del Vermont. Le blanket scarves, per intenderci. Potete avvolgervisi come se fosse una mantella, potete sfruttarla sulle gambe sotto il portico mentre il vostro giovane medico ma anche un po’ rude boscaiolo vi porta della cioccolata calda e il vostro carlino Doug vi dormicchia sulle ginocchia, potete usarla come sciarpa a tutti gli effetti per ravvivare un cappotto troppo poco country.

 

 

Tweed e tartan: sono i tessuti della campagna inglese per eccellenza, quindi ricopritevene come se piovesse. Vanno benissimo anche le onnipresenti camice in flanella che fino a qualche anno fa non avremmo messo neanche sotto tortura cinese.

 

 

Stivali da pioggia: anche questi, come se piovesse. Sempre.

 

Cardigan lungo da nonno: avete presente i cardigan da pensionato in lana grossa, bottoni simil-radica, maniche un po’ flosce e che arrivano a mezza coscia? Sono indispensabili sia sui jeans sia sulle gonne sia, soprattutto, su vestitini leggeri e dall’aria infantile. La cintura è assolutamente opzionale a seconda della vostra forma del corpo. In alternativa, può essere sostituito dalla sua versione più elegante, il blazer di lana.

 

Colori autunnali: cioè caldi; accessori cuoio, maglie senape, cappelli borgogna, pantaloni marroni, cardigan verde bosco, etc. Unica eccezione, il blu navy, che con questi toni risulta davvero elegantissimo. Ovviamente le più fortunate sono proprio le autunno, che questi colori li hanno in palette e risplendono di luce propria..

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS