Come indossare i jeans (e non essere banale)

Ciao Sara! Ti seguo spesso, almeno una volta a settimana leggo il tuo splendido blog che aiuta davvero, non come molte riviste di moda, che ormai non le leggo più. Mi chiamo Anita e ho 18 anni; mi piacciono tantissimo i jeans perchè sono comodi e poi giovani, quindi li uso spesso. Mi piace metterli anche la sera però non so se possono essere adatti a uscire ed essere pure eleganti nello stesso tempo. Io mi sento un po’ sportiva. Vorrei sapere da te se per caso possono essere anche eleganti e adatti a uscire. Grazie mille una tua affezionata lettrice
Anita

Io vado per periodi, come Picasso. Ho avuto il periodo solo-gonna in cui neanche sapevo di avere un paio di jeans che moriva di solitudine nell’armadio, ultimo cassetto; ho avuto il periodo-leggins, durante il quale manco a dirlo ero sempre in leggins, ballerine, bluse e camicie lunghe; ho avuto il periodo shorts, ballerine e maglioncino morbido per affrontare i primi caldi. Nella mia testa il periodo jeans è quello della depressione: significa che la mattina non ho voglia di fare abbinamenti complessi, che fa troppo freddo per vestirmi come vorrei (odio l’inverno, lo odio, lo odio, lo odio), che mi sento a disagio e ho voglia di stare comoda… insomma, quando la temperatura è gradevole, quando posso indossare i miei abiti e le mie bluse, quando non sono costretta ad usare gli stivaletti invernali per il plantare tendenzialmente non uso i jeans. Ho iniziato da poco a introdurli nel mio guardaroba, con maggiore testa e coscienza: non più la copertina di Linus, ma un capo vero e proprio che ha sue regole e un suo fascino. Quali regole? Ecco le mie, per non sembrare troppo sportiva e anzi usarli spesso, volentieri e anche in periodi di non depressione!

Cappotto, per un’accoppiata casual-chic. Ormai io il cappotto con gli abitini lo vedo, sì, ma troppo stucchevole. Lo uso, ma preferirei un trench, più casual; ovviamente non posso usare il trench in febbraio o mi becco qualsiasi tipo di morbo conosciuto. Da cosa mi è venuto questo disprezzo per i cappotti stucchevoli? Da quando ho iniziato a usarli con i jeans. Mi sono talmente innamorata di questo abbinamento! I jeans così diventano meno sportivi e nello stesso tempo il cappotto si trasforma in un capo casual. Ovviamente non tutti i cappotti fanno questo effetto: scegliamoli dritti o a uovo (fa miracoli, il jeans, anche con gli oversize: provare per credere), meno gli svasati e sicuramente non quelli a ruota, decisamente uno stile troppo romantico per essere accostato al jeans. Ho sperimentato anche l’accoppiata jeans-runners-cappotto: il risultato casual-chic è garantito anche in questo caso! Sopra, una t-shirt bianca o stampata (possibilmente niente simboli sportivi), una blusa, un maglione sottile ma caldo. Mi piace meno invece la camicia: troppo formale, con il cappotto o il blazer. Meglio da sola, con le maniche arrotolate. Ma lo vedremo al punto seguente.

c6cdb0cb32567b2bb0f28bab40ab34de

16b550311f6ccbb8d7e585c3a84ce8a1

32cc7a724da221e935726b83d2fdd41b

953af90b7559dd8b6ccad358621ee800

Processed with VSCOcam with e3 preset

 

Camicia bianca, per uno stile classico, femminile ma rilassato. (Attenzione: solo per le mele, mele a 8, clessidre e triangolo invertito con poco seno). Le camice mi piacciono grosse, oversize quasi. Lunghe come abiti, larghe e maschili. Per non sembrare però un ippopotamo, dato che camice così intozziscono tutte, anche le rettangolo più magre e slanciate, ho l’accortezza di slacciare i primi bottoni (se avete molto seno vi consiglio di mettere sotto una bella canottiera con bordo superiore in pizzo), arrotolare le maniche e scegliere una parte bassa che smagrisca le mie gambe: jeans dritti o leggins. Ovviamente quest’accoppiata può essere adottata anche se non avete camicie giganti e non siete amanti dell’oversize! Potete ottenere un effetto minimal, se vi abbinate accessori neri (borsa, scarpe) e dorati (gioielli). Se non amate il minimal, provatelo con accessori beige e cuoio. Il massimo dello chic lo si ottiene con accessori grigi o cipria. Consiglio la camicia bianca perchè quella azzurrina, per quanto bellissima, non si abbina bene con tutte le sfumature di azzurro del jeans: a volte l’effetto “troppo simile” e quindi “ho abbinato i due colori al buio” rende il look un po’ sciatto.
Il mio must per la primavera è camicia, jeans, borsa cuoio, ballerine nere e occhiali tartaruga: praticamente perfetto fino al tramonto.

0a97a3c2ca795af98df0bd82fc52ebec

a343629b7c603cb87ea5d281df84ebf9

Milan Fashionweek SS2015 day1, outside alberta ferretti Emmanuelle Alt ret

def5091cc14bd97e01f5c68e894fb70c

0a21b29c96c8a59075dfdde69ef4ec74

dc33c158f28d236300c1d4bcd73eb6c3

 

Blusa peplum, per un effetto bon-ton. Chi l’ha detto che i jeans sono solo per le donne rettangolo e mele magre che amano il casual chic? Il jeans può diventare la base per look romantici e per tutte le forme. Per esempio, un flare o un pantalone palazzo, perfetti per le fianchi-munite, possono abbinarsi a bluse che segnano il punto vita, che creano svolazzi sul seno e sulle spalle per ampliarle, in tessuti leggeri e preziosi. L’ideale è il peplum, una vera manna per le clessidre e le pere! Speriamo torni di moda, perchè un modo davvero intelligente per loro di usare il jeans senza nascondere le loro splendide forme.

0357b55f0f02f2375c6e97adaab4e968

67071d6b85fef6d09b502970034d5578

a6cce353183af873ff543ba55fe30116

8afe886caf6066eb72b7b80eb006c8ea

76f71d76a76dcab8ecc91b2922d92bfc

3709b3426e472561e34448e152aeacad

e5f7e10ff619cf12c408a1e0413d03d4

e3780b422f94449e60b197ed3113d3a8

 

E voi, come abbinate i jeans per non sembrare adolescenti che escono dalla palestra o fanno le vasche in centro con le stansmith ai piedi?!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS