Come adottare lo stile… casual-romantico

Ciao Sara, sono l’inge 😉 Grazie al tuo aiuto sono riuscita a capire quali sono i capi che mi donano e quali sono da evitare (le cinture! le ho buttate tutte 😀 ), e grazie a Lara ora vado a colpo sicuro anche per quanto riguarda i colori. Ora che ho imparato a non comprare più cose “a caso” mi servirebbe un aiuto per delineare il mio stile, soprattutto per quanto riguarda il guardaroba estivo. Non avevo idea di cosa mi piacesse finchè non sono andata in fissa con la serie Jane the Virgin. Adoro come si veste il personaggio di Petra, di cui ti allego alcune immagini. è spesso in shorts (capo che in estate utilizzo tantissimo) ed è sempre molto femminile. Ecco a me piacerebbe riuscire ad essere più femminile, ma mi serve una mano per riadattare questo stile a me. Petra è una rettangolo, primavera (chiara?) mentre io sono una mela a otto, estate soft profonda. Inoltre io non vivo in una serie tv e ho 32 anni quindi come minimo dovrò allungare un po’ quegli shorts 😉 Sul modello di shorts che mi sta bene ho le idee abbastanza chiare, mi serve però un aiuto per capire quali tagli sono più adatti per i top, e quali scarpe e quali accessori utilizzare per rendere il look femminile. Grazie mille!
Inge

Esiste un telefilm che non ho mai sentito nominare. Sono basita. Non lo dico per dire, ma perchè giuro che ho una cultura seriale abbastanza vasta, potrei prendere un’altra laurea in Telefilmologia e consigliare serie praticamente a chiunque. Guardo persino una serie comica in formato musical su un cavaliere medievale (a mia discolpa me l’ha consigliata il mio migliore amico che è messo peggio di me). Quindi immaginate la mia sorpresa a leggere “la serie Jane the Virgin” senza mai averne sentito parlare prima! Conoscendomi, probabilmente colmerò questa lacuna a breve….

Veniamo allo stile che vorrebbe adottare l’Inge (che per altro è molto simili a quello, amato da molte di voi, di Zoe Hart di “Hart of Dixie”, anche se lei spesso, da brava clessidra, tende a romanticizzarsi di più con gonne e abitini). Allora, per prima cosa è uno stile prettamente estivo, non c’è un modo per adottarlo in inverno o autunno: il punto forte sono i tessuti leggeri, le bluse scivolate, i pantaloni corti; e questi capi non possono essere sostituiti, altrimenti l’equilibrio del look cambia e si passa ad altro. Come definire questo stile?

Jane The Virgin -- Image: JAV01_JS_PETRA_0261r -- Pictured: Yael Grobglas as Petra -- Photo: JSquared/The CW -- © 2014 The CW Network, LLC. All rights reserved.

petra_04

petra_05

Sicuramente è molto femminile, ma ha una componente casual che lo rende non bon ton. Se dovessi definirlo, direi che è uno stile casual-romantico. Se esistesse una sorta di classificazione degli stili, questo si piazzerebbe tra quello casual e il bon ton, pendendo verso quest’ultimo. E’ uno stile adattissimo per femminilizzare forme ritenute poco femminile (mela, mela a 8, rettangolo). Il segreto è mixare tre tipi di capi: una blusa scivolata, che non segni la vita ma si appoggi dolcemente sui fianchi (niente di troppo scollato né di attillato); un paio di shorts (per questo lo stile si adatta molto di più alle rettangolo e alle mele o alle clessidre poco formose) non in jeans e non troppo corti; un blazer femminile (niente giacche oversize, maschili, troppo lunghe) che definisca le forme (quest’ultimo capo è consigliato in primavera, ma rimane opzionale in estate. I colori mescolano pastelli e un neutro-base chiaro (grigio, beige, bianco): se scegliamo di mescolare solo colori base otteniamo semplicemente uno stile casual-chic. Come accessori, borse capienti e modello longchamp (se le scegliamo piccole e vezzose scivoliamo nello stile bon ton) e ballerine (i tacchi abbinati agli shorts sono abbastanza fuori luogo durante il giorno!).

petra_07 petra_06

Eccovi uno schema esemplificativo del mix di stili di cui vi parlo: tratti casual e tratti romantici, mescolati insieme. Per ottenere questo stile è necessario non dimenticare mai che l’uno e l’altro vanno smorzati e mai accentuati. Questo stile come capirete va bene per il tempo libero e anche per il lavoro, ma solo se non avete un dress-code strettissimo ma soprattutto se avete meno di 35 anni; dopo i 35, lo shorts deve essere sostituito da un paio di pantaloni lunghi e non da una gonna (che rievoca troppo lo stile romantico).

Schermata 2016-03-07 a 17.07.43