Rendere sexy una… clessidra poco formosa

Ciao Sara! ti seguo sempre e il tuo blog, con quello di Anna, sono fonte di grande ispirazione! Ho letto con molto interesse l’articolo su come rendere sexy la pera e, tra i commenti, che stavi pensando di inaugurare una serie per tutte le forme del corpo; a questo proposito, potresti iniziare dalla clessidra poco formosa? Credo che sia una forma “difficile” (ne faccio parte), perchè quando si parla di clessidra la si associa sempre alle sue forme sensuali (che noi non abbiamo) o la si confonde con la clessidra magra (altro errore)..insomma, su cosa possiamo puntare per valorizzarci??? Spero che la mia richiesta sia sufficientemente interessante e non troppo complicata!
Un abbraccio
Giulia

Sono ancora sotto l’effetto della vittoria di Leonardo agli Oscar (sì, lo so, anche la mia famiglia si domanda come mai lo chiami per nome e l’ovvia risposta è che io e lui siamo fidanzati da quando avevo 10 anni e lui ha recitato in Titanic) e di una febbre assurdamente alta che mi trasformata in un altoforno. Approfittando dell’effetto benefico di tre tachipirine 1000, sto sbirciando gli abiti del red carpet più famoso del mondo e sono senza fiato per la bellezza di alcune starzzz (Kate Blanchet su tutte, non sbaglia praticamente mai, è divina come un’elfa, quel colore col suo incarnato era awwww e quelle farfalle-fuori sull’abito potevano donare solo a lei, etc etc), la bellezza di alcune male-starzzz (Fassbender, adesso che il mio fidanzato Leonardo ha avito l’oscar posso concentrare tutte le mie forse psichiche perchè lo vinca tu) e l’orrore di alcuni abiti che voglio dire, hai a disposizione mille miliardi di paperdollari e riesci a sembrare un’orca traslucida che esce da una vasca di un parco acquatico qualsiasi?! Sì, Kate, sto parlando con te. Alicia Vikanders odio a prescindere in quanto fidanzata di Fassbender. Rooney Mara brutta in bianco quanto la sua interpretazione in “Carol”. Qui le mie competenze cinematografiche finiscono.

Oltre a sbirciare gli abiti da red carpet, stavo rispondendo a un po’ di mail e mi è capitata questa tra le mani, facendomi riconsiderare l’idea di scrivere post in generale sulle forme del corpo e il renderle sexy, ma di considerare anche e soprattutto le forme variate. Spesso infatti sono prese poco in considerazione, ma differiscono talvolta così tanto dal modello “originale” che hanno bisogno di un’attenzione tutta particolare. La clessidra poco formosa, ad esempio; chi mai direbbe che una clessidra non riesce ad essere sensuale? Nessuno: basta poco perchè, grazie alla sua forma che più femminile non si può, diventi immediatamente un concentrato di sensualità, anche in jeans e maglia attillata. Ma se una clessidra non può puntare su un punto vita molto segnato, su un seno abbondante e fianchi larghi, come può sentirsi e quindi essere sensuale? Ricordo a tutte che la clessidra poco formosa, al contrario della clessidra classica, è più minuta, con forme meno accentuate e un punto vita che, seppur presente e segnato, non è particolarmente stretto; quando sono magre possono addirittura essere scambiate per rettangolo poco spigolose, ma se guardate bene si vede che le proporzioni della clessidra sono mantenute, ma meno evidenziate. Un esempio classico è Taylor Swift.

ff7caf6b4bcb3f224239bddb0cb02bdb

Ora, può accadere che in virtù di questo le clessidre poco formose possano sentirsi un po’ delle clessidre di serie B; in realtà, non esistono serie A o serie B, esistono solo le particolarità di ciascuna forma e variazione. E questa forma non deve temere di sembrare poco sensuale, perchè ha ben due armi a sua disposizione, e non di poco conto: le gambe e il punto vita.

Gambe. Sono snelle, ma non dritte e prive di fianchi o dal sedere piatto come potrebbero essere quelle di una rettangolo o di una mela classica. No, le gambe di una clessidra poco formosa sono comunque gambe da clessidra, quindi fianchi-munite e con una bella curva a livello delle cosce. Insomma, gambe magre e femminili, sicuramente da mostrare. Una clessidra classica spesso non si sente a proprio agio con le sue cosce: le vede grasse, anche se magari grasse non sono, e non riesce a mostrarle con serenità. Una clessidra magra o una clessidra poco formosa possono invece accettarle di più e dunque mostrarle con maggiore tranquillità (che è poi il primissimo segreto per essere sensuali, sentirsi bene e a proprio agio). Metterle in risalto è facile: evitate magari, quando volete essere sensuali, la gonna a ruota, che su di voi evoca piuttosto un look bon ton e romantico; meglio un paio di shorts (non girochiappa in jeans strappati, però, sensuali non vuol dire senza buon gusto!) e una gonna pantalone corta. Questo capo è adattissimo ad esaltare i fianchi di una clessidra poco formosa, in particolare se è a vita alta, donandole volume e mettendo in risalto la sua naturale curva femminile; non fanno lo stesso effetto ad esempio sulla rettangolo, sulla mela o mela a 8 e sulla triangolo invertito perchè sulle loro gambe, magre e dritte, l’effetto è più che altro casual: un capo comodo, insomma, più che sensuale. Al contrario, lo shorts aiuta a disegnare e definire la forma della clessidra poco formosa.

5b5e022a8faa4775c8e79b02fd9677fc

26bcd090113258fbdce2a09e3a355e15

ba0b1a6fafb8ca04500fb7c19385064c

29d34ca6936f6c66c38f4cdd7e08949d

 

Vita. La vita non è da vespa, come nella clessidra normale. E quindi? per questo va nascosta, o vi fa sentire meno femminili? Non dovrebbe dato che porta alla vostra forma dei vantaggi. Primo su tutti, una vita non sottilissima ma dopotutto marcata, frutto di un torace magro, è anche una vita che può essere sottolineata e mostrata senza alcuna paura di avere eventuali rotolini che spuntano: una paura diffusa tra le clessidre e le mele a 8, che mai si sognerebbero di mostrare il loro torace e la loro pancia. Parlo non solo per esperienza personale (la pancia, come quella di molte mele, è il mio tallone d’Achille) ma anche per conoscenza di altre clessidre o pere, che amano sì il loro punto vita, ma lo vedono accompagnato ad un torace e ad una pancia morbidi. Non entro nel merito se questo sia o meno vero: ogni corpo è a sé e i rotolini possono esserci o essere semplicemente aumentati dalla nostra mente. Quello che però conta non è tanto se un corpo è o meno fatto in un modo, ma quello che noi percepiamo: io so di avere una percezione distorta della mia pancia, la vedo gigantesca, eppure è una pancia normalissima; detto questo, non mi sento a mio agio a mostrarla. Una clessidra poco formosa questa percezione distorta l’avrà difficilmente, perchè il suo punto vita è magro, slanciato (solitamente le clessidre poco formose hanno il busto allungato rispetto alle clessidre normali), senza una grandissima varietà di misure fra pancia e torace. Per cui, secondo me non deve temere di sottolinearlo e mostrarlo: per esempio con un crop top! Tra l’altro, a lei come alla pera il crop top starà molto bene perchè il seno ce l’hanno tendenzialmente piccolo, cosa che si accorda benissimo con questo tipo di capo. Potete abbinarlo a gonne o shorts, pantaloni a vita alta e a maxiskirt: sarete sempre femminile e sensualissime, perchè aggiungerete quel tocco malizioso anche ad un outfit da tutti i giorni.

da4738fbcba5c49aedfe8d26b0eaac87

20fb129ed189bceb0e9b14b96a04b769

785d64195392a9eb7e960679f4288c9b

85102c4515f46b9fa338599e25b02144

 

*EXCLUSIVE* **MUST CALL FOR PRICING** Vancouver, BC - Taylor Swift performs 'The 1989 World Tour Live' to a Sold-Out BC Place Stadium in Vancouver, British Columbia, Canada. Taylor was joined by surprise guests Nico & Vinz half way through the show performing their hit song "Am I Wrong". AKM-GSI         August 2, 2015 To License These Photos, Please Contact : Steve Ginsburg (310) 505-8447 (323) 423-9397 steve@akmgsi.com sales@akmgsi.com or Maria Buda (917) 242-1505 mbuda@akmgsi.com ginsburgspalyinc@gmail.com